Perché visitare Roma

27 Giugno 2010 | commenti: X

bebangeletti.it - perché visitare romaPerché visitare Roma: piccola Guida pratica.

E’ quasi impossibile elencare  i svariati motivi per visitare Roma. 34 secoli di storia dicono tutto sui motivi che devono avvicinare e incuriosire il visitatore alla città eterna: Fori , Basiliche Paleocristiane, Templi, gli edifici Rinascimentali, gli edifici e le chiese Barocche, decine e decine di musei, l’arte di Michelangelo, Raffaello, Caravaggio, il Vaticano.

Roma ha diverse facce che hanno imparato a coesistere tra loro: La Roma Antica e Imperiale, la Roma Rinascimentale e Barocca, la Roma sede mondiale del Cattolicesimo.

Roma è distante  circa 23 km dal mare.  E’ una città  estesa ma non enorme,  con circa 4 milioni di abitanti. Anche  il centro storico, la zona dove compiere la maggior parte delle visite, è abbastanza vasto ma  percorribile a piedi in almeno tre giorni.

Tutti i monumenti principali , Il Palatino e il Foro Romano costituiscono il cuore della Roma antica. Via del Corso collega il Foro a piazza del Popolo, a nord, mentre a est di quest’asse di trovano la scalinata di piazza di Spagna e la Fontana di Trevi. A nordovest del Foro, dall’altra parte del Tevere, c’è il Vaticano. In ogni caso stare più vicini al centro storico è molto più affascinante e soltanto appena più costoso. Potete mangiare bene e a prezzi moderati in molte trattorie del centro storico e di Trastevere, ma controllate comunque i menù prima di ordinare.

Se avete poco tempo e volete visitare la città in pochi giorni le mete principali sono il  Colosseo, Domus Aurea, Basilica S. Giovanni, Campidoglio, Musei Capitolini, Foro Romano, Fontana di Trevi, Piazza Navona, Pantheon, Basilica di San Pietro e musei Vaticani.

Roma cristiana

bebangeletti.it - imperatore costantinoNon è sorprendente che Roma, centro della cristianità, abbia più di 400 chiese nel solo centro storico. La Chiesa di Santa Maria Antiqua è la più antica chiesa cristiana del Foro e, poco distante, la Chiesa di San Pietro in Carcere sorge nel sito dell’antico Carcere Mamertino, dove si racconta che Pietro venne incarcerato e vi fece sgorgare una fonte per battezzare i compagni di prigionia e i guardiani. Sul colle dell’Aventino sorge la Basilica di Santa Sabina, del V secolo, che alcuni considerano la chiesa più incantevole di Roma: ha un portale in legno di cipresso costituito da 18 pannelli intagliati che rappresentano scene bibliche. La Basilica di Santa Maria Maggiore risale al V secolo, ma ha una facciata barocca e un campanile romanico. San Giovanni in Laterano è la cattedrale di Roma e vi sono custodite le teste dei Santi Pietro e Paolo. Santa Croce in Gerusalemme risale al IV secolo, ma venne rifatta in stile barocco; le reliquie qui preservate si pensa siano frammenti della vera croce. Santa Maria in Cosmedin è una delle più belle chiese medievali romane ed è anche famosa perché sotto il portico si trova la Bocca della Verità, un largo disco di marmo che assomiglia a una maschera di Tritone. Secondo la leggenda, chi dice una menzogna con la mano destra appoggiata all’interno della bocca viene morso da questa e perde la mano. La Basilica di San Clemente riassume varie epoche della storia romana, infatti la chiesa del XII secolo venne costruita all’attuale livello stradale sopra un edificio del IV secolo, che a sua volta copriva una dimora dove nel II secolo veniva celebrato il culto del dio Mitra, e si ritiene inoltre che questa casa possedesse delle fondamenta risalenti all’epoca repubblicana

Le Piazze e i luoghi di ritrovo

bebangeletti.it - piccola guida per visitare RomaRoma ha moltissime piazze di sorprendente bellezza, e tra le imperdibili c’è Piazza Navona,  edificata sopra  le rovine di uno stadio costruito da Domiziano nell’anno 86 d.C. Tra fastosi  palazzi barocchi , troviamo  tre fontane tra cui, al centro, la Fontana dei Quattro Fiumi di Bernini. Nel Rinascimento, in occasione di particolari festività, la piazza veniva inondata e vi si svolgevano finte battaglie navali. Uno dei luoghi d’incontro preferiti dai turisti, è Piazza di Spagna, ai piedi della scalinata di Trinità dei Monti. Guardando la scalinata, sulla destra si trova il Memoriale Keats-Shelley, e la piazza è decorata da una fontana a forma di barca (detta la Barcaccia), che si ritiene opera di Pietro Bernini, padre del più celebre Gian Lorenzo. Da piazza di Spagna si può imboccare Via Condotti, la strada delle boutique, e al n. 86 si trova il celebre Caffè Greco, il più vecchio caffè di Roma.

Uno dei ritrovi più famosi di Roma non è una piazza ma una fontana, la Fontana di Trevi.  Da Piazza del Quirinale si gode di una magnifica vista su Roma e San Pietro, mentre Piazza Venezia è dominata dalla ‘macchina da scrivere’, come viene spesso indicato l’immenso monumento dedicato al re Vittorio Emanuele II (Vittoriano). Piazza Barberini ospita la      meravigliosa Fontana del Tritone. Via Veneto era il cuore pulsante di Roma negli anni ’50 e ’60, quando Anita Ekberg era il simbolo delle atmosfere da Dolce Vita; ora questa aria felliniana è scomparsa, ma vi si respira ancora qualche pretesa modaiola. In stridente contrasto con le frivolezze di questo passato, vi si trova l’austera Chiesa di Santa Maria della Concezione, con decorazioni rococò e un cimitero dove sono conservati i resti di 4000 monaci, serviti a decorare le pareti di diverse cappelle sotterranee. Campo de’ Fiori è una piazza ridente, animata tutte le mattine (tranne la domenica) da un pittoresco mercato dei fiori oltre che di frutta e verdura. A lato della piazza si trova il magnifico edificio rinascimentale di Palazzo Farnese” ( Fonte: www.informagiovani-italia.com/roma.htm )
All of us will learn, resolution and the state will learn.

[cresta-social-share]